Con il dipinto ” Natura morta con drappo rosso ( sedia, bucranio e drappo rosso)” del 1942 dedico questo articolo a Renato Guttuso (Bagheria 1911 – Roma 1987), pittore ma anche politico italiano.

Guttuso- natura mosrta con drappo rosso (1942)

“Natura morta con drappo rosso ( sedia, bucranio e drappo rosso)”- Renato Guttuso (1942)

Ho scelto questo dipinto tra molte altre nature morte di Guttuso, attirato dalla presenza di un cranio animale (simile ad un bucranio) al centro della composizione, che attraverso un doloroso grido, introduce la scena.

Il panno rosso non è solo bandiera, ma carne e corpo vitalizzato dal pianto primigenio del cranio. La scena rappresenta così un equilibrio sanguinolento sull’instabile interiorità d’una sedia, blu picassiano dipinta. Nel dipinto c’è un forte utilizzo del numero tre: le tre bottiglie, i tre ricami sul drappo rosso,i tre libri e la bandiera tricolore, come se l’inquieto realismo dell’artista nascondesse più livelli rappresentativi.

Il cesto di vimini, riferimento alle classi operaie più oppresse, giace sul drappo rosso e dialoga mediante esso con l’intreccio della sedia blu: come un invito alla rivoluzione interiore oltre che sociale. Il panno rosso di dolorosa pesantezza corporea sembra svolgere funzione stabilizzante, donando tridimensionalità all’unico elemento freddo della composizione. 

Forse la ricerca di Guttuso non si esauriva in quella politica e sociale.

Lo stesso Renato Guttuso, affascinato dalla Divina Commedia di Dante Alighieri (Firenze 1265- Ravenna 1321) intraprese un’importante ricerca sudi essa, culminata nel 1970 nella pubblicazione di 56 illustrazioni presso Mondadori.

 

Guttuso renato- Inferno Divina commedia

illustrazione della Divina Commedia- Renato Guttuso (1967)

illustrazione divina commedia- Renato Guttuso 81963)

illustrazione della Divina Commedia- Renato Guttuso (1963)

illustrazione divina commedia- Renato Guttuso

studio per le illustrazione della Divina Commedia- Renato Guttuso